\\ Home Page : Articolo : Stampa

...credevi d'esser furbo!

Di Miss Matilde De Paz (del 30/03/2007 @ 19:01:46, in Fiabe-altro, linkato 1910 volte)



Avete mai visto veramente una lotta tra un uomo talpa
ed un animale?
Avete mai visto quanto l’uomo si senta superiore all’animale?
E avete mai scoperto come ciò sia una pura fantasia dell’uomo?

Lotta, non dico lotta nel senso di battaglia, lotta per la sopravvivenza, beh forse anche…
Parlo di lotta tra menti, la mente e il ragionamento dell’uomo, la mente e il ragionamento dell’animale.
In questi giorni ho assistito ad una di queste contese: un uomo, una talpa e uno scoiattolo.

L’uomo, il mio compagno, che vive più in giardino che in casa, fuori tra le sue piante, a guardarle crescere e tra gli uccelli che vivono liberi e svolazzano da pianta a pianta.

Ha iniziato la talpa. Sul prato ben rasato, ma con anche tante margherite che spuntavano dalla notte al giorno, si vedevano cumoletti di terra fresca che spuntavano anche loro dalla notte al giorno: tutte le mattine la talpa (o un famiglia di talpe è meglio dire ) aveva preparato uno o due montagnette di terriccio fresco per la delizia del mio compagno, che correva in giardino e si esibiva in salti e saltelli per pareggiare i cumoletti.

Io me la vedevo la talpa poverina, là sotto, con le zampette fatte a badilini coprirsi la testa, il musetto roseo appuntito, da quell’improvviso terremoto che rovinava la sua ingegneristica costruzione.
Tutte le mattine lei si destava prima dell’alba e per quattro ore scavava gallerie e poi arrivava lui, quel pazzoide, ed erano crolli, smottamenti e bisognava iniziare di nuovo il lavoro di scavo… ed erano centinaia di metri…
Ma quell’uomo poteva fare quello che voleva, dello spazio nel giardino ce ne era a volontà, e della volontà di scavare pure, quindi:
tu chiudi questa galleria ed io ne inizio un‘altra un po’ più in là”
“tu mi fai franare l’ultima
che ho scavato ed io ne scavo una più grande…attento alle caviglie…”
scoiattolo ladro
Poi ci si mise lo scoiattolo…bellini gli scoiattoli, tutti grigi, soffici, con il codone, agilissimi…i dentini aguzzi.
Erano state poste a penzoloni da alcuni rami delle mangiatoie per gli uccellini, dentro semi, miglio… arachidi.
Se vai in un parco gli scoiattoli vengono a prendere le arachidi dalle tue mani.
"Ma come si fa in un giardino dove le arachidi te le fanno vedere in vetrina e non puoi mangiarle? Allora ragioniamo: i volatili arrivano ad ali spiegate e si posano sulla mangiatoia e infilano il becco all’interno dei fori per far uscire il cibo, io non posso fare così…Ma il contenitore è appeso ad un ramo con una corda un po’ lunga, se io vado sul ramo e a testa in giù arrivo ai fori posso prendere qualche seme con i dentini, come se fossero un becco…Ma che fatica!"

“Vieni, vieni a vedere Tilde come si è messo lo scoiattolo per arrivare al cibo degli uccellini! E’ tutto a testa in giù…”

"E caro mio debbo trovare un metodo più comodo: ecco che mette i semi dentro al contenitore, solleva il coperchio superiore, riempie tutto e poi richiude. Beh se è capace lui, perché non provarci. Giù per il ramo. giù per la corda, coperchio, mani le ho anch’io ed ecco fatto. Comunque scomode le noccioline dentro, in fondo, meglio versarle sul prato…ecco fatto".

“Tilde quello scemo dello scoiattolo ha rovesciato tutto ed è sul prato che mangia come mai…Adesso lo sistemo io, lego il coperchio”

"Che credevi? ma io i denti ce li ho…ho rosicchiato il coperchio ed aperto il contenitore"

“Tilde questa volta lego il contenitore con del filo di ferro e poi vediamo..”

"Si vediamo dici tu, lasciami ragionare un attimo e il metodo di arrivare alle noccioline lo trovo caro mio… "

 ...e la mattina dopo

il ladrone

i resti

"e adesso che filo usi? quello che ho staccato me lo sono portato via...."

..." no! non è giusto

no non è proprio giusto!
Ho capito che Tilde è dalla mia parte...

Lui, il bastardo, ha messo della super colla trovata su internet ed io...oggi... sono senza noccioline. Non è giusto, come faccio io ad andare su internet...ho visto dai vetri che guardava in mezzo alle sue colle, ai suoi arnesi...e poi, vergogna!...in un albero del giardino ha trovato, buttato là, un fil di ferro forte e con quello ha chiuso tutte le noccioline...

Debbo parlare con Tilde...che vada lei su internet per me povero scoiattolo a cercare qualche cosa che mi permetta una mossa d'attacco..."

 


© Copyright 2004-2015 - Tutti i diritti sono riservati.                                                                Io uso dBlog 1.4 ® Open Source
PRIVACY POLICY