\\ Home Page : Articolo : Stampa

HUMAN RIGHTS NIGHTS 2010 -

Di - Redazione - (del 18/10/2010 @ 10:28:49, in Attualità, linkato 1695 volte)


 

GIOVEDÌ 21

Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65
19.00
Installazione video di Visual Lab
Vernissage BIO-ABISSO (L’horizon glisse) 2010 di Giorgio Bevignani

20.00 Inaugurazione HUMAN RIGHTS NIGHTS
Festival internazionale di cinema, arte e musica dei diritti umani. Celebrazione 10° anniversario.
Introducono
Gian Luca Farinelli (Cineteca di Bologna),
Ivano Dionigi (Rettore dell’Università di Bologna) e
Giulia Grassilli (Human Rights Nights)

Anteprima
GLI UOMINI DI DIO
(Des Hommes et des Dieux, Francia/2010) di Xavier Beauvois (120’
)
Film bello e nobile, che si ispira alla storia vera di una comunità di monaci trappisti francesi che opera in un piccolo monastero algerino in favore della popolazione musulmana da cui sono apprezzati e amati. Quando la minaccia del terrorismo fondamentalista comincia a farsi pressante, devono decidere se restare o salvarsi.
Gran premio della Giuria al Festival di Cannes 2010

22.15 Human Rights Nights
STORIES ON HUMAN RIGHTS
(Russia-Germania/2008) di Marina Abramovic, Hany Abu-Assad, Armagan Ballantyne, Sergei Bodrov, Charles De Meaux, Dominique Gonzalez-Foerster & Ange Leccia, Runa Islam, Francesco Jodice, Etgar Keret & Shira Geffen, Zhang-ke Jia, Murali Nair, Idrissa Ouedraogo, Pipilotti Rist, Daniela Thomas, Saman Salour, Sarkis, Bram Schouw, Teresa Serrano, Abderrahmane Sissako, Pablo Trapero, Apichatpong Weerasethakul e Jasmila Zbanic (83’)
Registi, attori, artisti, scrittori di fama internazionale uniti per ricordare e onorare la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel suo 60° anniversario di nascita. 23 cortometraggi della durata di 3 minuti l’uno girati in 20 diverse nazioni e in altrettante lingue, ispirati ai sei temi su cui si regge la Dichiarazione: cultura, sviluppo, dignità e giustizia, ambiente, genere e partecipazione.

VENERDÌ 22

Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65
15.30 HRNs 2010 – 3025...!
Tavola operativa Progetti sul Festival: i promotori incontrano istituzioni, fondazioni e sponsor

17.15 Dieci anni di Human Rights Nights
GAZA STRIP (USA/2002) di James Longley (74’)
Il documentario spinge lo spettatore nel pieno dei tumulti della striscia occupata di Gaza, esaminando la vita quotidiana dei palestinesi, attraverso gli occhi di un giovanissimo venditore di giornali di cui cogliamo il senso di smarrimento, la tristezza per l’uccisione dell’amico e la sua percezione della morte.
WEST BANK STORY
(USA/2005) di Ari Sandel (21’)
Commedia musicale che parla di David, soldato israeliano, e di Fatima, una cassiera di un fast food palestinese. Una coppia improbabile che si innamora malgrado l’animosità della sfida tra famiglie per il monopolio di un chiosco di falafel nella West Bank.

Human Rights Nights
CAMINO A NAHR AL BARED
(Spagna/2009) di Sebastiàn Talavera (52’)
Il film focalizza lo sguardo sulla situazione di un campo profughi palestinesi in Libano, attraverso le testimonianze di cinque rifugiati di età e visioni diverse tra loro.

19.00 Cortile Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65
*Pianta-là!...un ciclamino, un’orchidea, una pianta officinale, un seme... li pianteremo insieme! In collaborazione con Indica
*Swap Party: apertura del Baratto Point per scambiare oggetti, libri, cd ecc. Presentazione della Banca del Tempo a cura di BdT MOMO
*Aperitivo Sostenibile al HRNs Cafè in collaborazione con Mercato della Terra e Pizza Party in collaborazione con Centro Giorgio Costa

20.15 Human Rights Nights
Sostenibilità nel progetto architettonico.
Intervengono Alessandro Lolli condirettore di Ottagono e Andrea Poggio vicedirettore Lega Ambiente
JUST DO IT
(GB/2010 ) di Emily James – trailer
Dal 2009 la registaEmily James filma le attività clandestine di alcuni gruppi di disobbedienza civile ambientalista in Gran Bretagna. Le loro avventure divertono, illuminano ed ispirano, incitando a darsi da fare per cambiare il mondo. Ora in post-produzione, Just do it è un esperimento di crowd-funding, produzione di gruppo e comunità di documentaristi impegnati.
THE AGE OF STUPID
(GB/2009) di Franny Armstrong (92’)
Nel 2055, in un mondo ormai devastato, Pete Postlethwaite impersona un anziano archivista che guardando svariati videodocumenti si chiede: “Perché non abbiamo arrestato il cambiamento climatico quando ne avevamo la possibilità?”.
Venti posti riservati e gratuiti per gli Amici e Sostenitori della Cineteca. Prenotazioni: federica.lama@comune.bologna.it

22.15 Human Rights Nights
Attivismo visuale, campagne globali e Digital Social Network per i diritti umani
ROBIN HOOD TAX
con Ben Kingsley e Bill Nigh (3’)
HOLE IN THE BUCKET
di Anthony Minghella per ‘Drop the debt’ (3’)
WE WANT A LEGALLY BINDING AGREEMENT
Desmond Tutu a Copenhagen 2009 (7’)
MAKE POVERTY HISTORY
speech di Nelson Mandela a Trafalgar square, 2005 (10’)
Introduzione a cura di Oxfam

THE END OF THE LINE
(GB/2009) di Rupert Murray (85’)
Entro il 2048 gli oceani saranno luoghi completamente privi di vita, si arriverà al ‘punto di non ritorno’ se non cominceremo a prendere realmente in considerazione i devastanti effetti che la pesca intensiva provoca sull’ecosistema di mari e oceani.

SABATO 23

 Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65
09.00-14.00
IL MERCATO DELLA TERRA: più di venti contadini del nostro territorio vendono direttamente, a prezzi equi, i loro prodotti stagionali a kilometro zero.

12.00 HRNs 2010 – 3025...!
Tavola Operativa Le Idee del Festival: Associazioni, partnership e collaborazioni

18.00 Dieci anni di Human Rights Nights
ORIGINAL CHILD BOMB
(USA/2004) di Carey Schonegevel (57’)
Un’ossessionante meditazione sull’origine e l’attualità dell’era nucleare attraverso gli occhi di giovani americani e giapponesi, utilizzando materiale video inedito, fotografie, sequenze d’archivio, animazioni, media clips e musica.
T FOR MIDDLE EASTERN
(Giordania/2006) di Merva Faddoul (12’)
Percezioni distorte e presa di coscienza di stereotipi e paure incoraggiate da pregiudizi anti-islamici in periodi di paura e conflitto.
TRUE LIES
(USA/2005) di Ian Inaba e Anson Vogt (3’)
Un poema visuale, un rap ipnotico che attraverso la forza di un’animazione originale e di un ritmo incalzante denuncia i meccanismi di una falsa informazione atta a legittimare il sistema di potere americano.
L’AMI Y A BON
(Francia-Germania/2005) di Rachid Bauchareb (9’)
Nel 1940 la Francia dichiara guerra alla Germania. Le colonie francesi sono un’ importante riserva di uomini. Il regista, attraverso la storia di Aby, denuncia il massacro dei ‘tiralleurs’ senegalesi, soldati dimenticati.

18.15 HRNs Cafè
HRNs 2010 – 3025...!
Tavola operativa I Creativi del Festival: musica, arte e digital

19.00 Aperitivo Amici di Giana in collaborazione con Idee per RICEVERE

20.15 Human Rights Nights
Consegna del Premio Gianandrea Mutti, un’idea di Officina Cinema Sud-Est in collaborazione con Associazione Amici di Giana, il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e il sostegno di Banca Popolare di Milano.
RELENTLESS
(Nigeria-Francia/2010) di Andy Okoroafor (93’)
Obi, ex soldato della pace in Sierra Leone, sopravvive a Lagos, Nigeria, ai traumi della guerra e alla perdita della sua ragazza Blessing. Gestisce un’agenzia di security e si trova coinvolto nelle trame di potere, politica, corruzione e violenza nel run-up alle elezioni del paese. Visualmente innovativo ed espressionista, il film esplora le potenzialità del cinema digitale, rappresentando simultaneamente le conseguenze sulla psiche dell’Africa contemporanea della guerra e la violenza da un lato e della forza, energia e musica dall’altro.
Introduce Andy Okoroafor

22.00
Cortile Cinema Lumière
A Beat for Peace: Drum for Sudan - open jam session

22.15
GLI UOMINI DI DIO
(Des Hommes et des Dieux, Francia/2010) di Xavier Beauvois (120’)

DOMENICA 24

Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65
18.00
GLI UOMINI DI DIO
(Des Hommes et des Dieux, Francia/2010) di Xavier Beauvois (120’)

19.00 HRNs Cafè
Aperitivo Sostenibile in collaborazione con il Mercato della Terra

20.15 Human Rights Nights
UNA GIORNATA ESTIVA. BOLOGNA, 2 AGOSTO 1980 TRENT’ANNI DOPO (Italia/2010) di Martino Lombezzi e Stefano De Felici (27’)
Il documentario ripercorre la vicenda della strage di Bologna del 2 agosto 1980 attraverso le voci di sei persone sopravvissute all’attentato e rimaste ferite. Raccontano la loro esperienza e il difficile percorso di elaborazione avvenuto nei trent’anni successivi. Prodotto da ISREBO Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea Luciano Bergonzini della Provincia di Bologna, con il supporto di Canon Italia e la collaborazione dell’Associazione familiari delle vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980. Saranno presenti gli autori e Paolo Bolognesi (Presidente Associazione Familiari Vittime)
6 BILLION OTHERS
(Francia/2003-2009) di Yann-Arthus Bertrand (70’)
5600 interviste filmate in 78 paesi. Dal pescatore brasiliano, al commerciante cinese, dall’attore tedesco al contadino afgano, tutti hanno risposto alle stesse domande sulle loro paure, i loro sogni, le loro speranze. Una prospettiva sull’umanità che racconta la nostra storia comune. Presentiamo Il senso della vita, Testimonianze del clima e Differenze.

22.15 Dieci anni di Human Rights Nights
THE DAY I BECAME A WOMAN
(Roozi khe zan shodam, Iran/2000) di Marziyeh Meskini Makhmalbaf (78’)
Attraverso l’addio di una bambina ai suoi compagni di gioco, una corsa in bicicletta e una fortuna inattesa, la regista Marziyeh Meshkini dipinge con un sorriso l’opprimente sistema patriarcale in Iran così come la resistenza quotidiana delle donne.
MOFETAS
(Spagna-Marocco/2008) di Inés Enciso (10’)
Il racconto dei sogni di due giovani clandestini che stanno per intraprendere il viaggio più pericoloso della loro vita.

LUNEDÌ 25

Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65
19.00 HRNs Cafè
Crescentina Party in collaborazione con il Centro Giorgio Costa

19.45
Luca Franzetti, violoncellista dell’Orchestra Mozart e della Lucerne Festival Orchestra, presenta ‘Human Rights Orchestra’.
La Human Rights Orchestra è formata da un gruppo di musicisti provenienti da diverse parti del mondo spinti dal comune progetto di utilizzare la propria competenza musicale in difesa dei diritti umani fondamentali. Esecuzione musicale di Luca Franzetti per violoncello solo. Ingresso libero

20.15 Human Rights Nights
TAJABONE
(Italia/2010) di Salvatore Mereu (67’)
Un treno in corsa, una melodia da una terra lontana e una classe in gita scolastica. Otto compagni di scuola si trovano fianco a fianco ogni mattina pur vivendo esperienze molto diverse. Presentato nella sezione ‘Controcampo italiano’ alla Mostra di Venezia 2010
Introduce Salvatore Mereu

22.15 Dieci anni di Human Rights Nights
RED DUST
(GB-Sud Africa/2004) di Tom Hooper (110’)
Il Sud Africa post-Apartheid ha instaurato la Commissione per la Verità e la Riconciliazione come meccanismo giudiziario catartico designato a portare un sentimento di pace a coloro che per decenni hanno sofferto le ingiustizie in un regime razzista. “Non per dimenticare”, dice l’Arcivescovo Desmond Tutu, “ma per evitare di rimanerne prigionieri”. Un film thriller che va al di là di semplicistici concetti di buono e cattivo.

MARTEDÌ 26

 Salone di Palazzo Marescotti – via Barberia 4
16.00 Celebrazioni del Bicentenario dell’Indipendenza Argentina. L’Argentina ha 200 anni, l’Italia 150. Da dove vengono, dove sono andate
Conferenza sul Bicentenario della Repubblica Argentina e Centocinquantesimo dell’Unità di Italia. Interventi di Prof. Fulvio Cammarano e Prof. Antonio Annino (Università di Firenze) e Torcuato di Tella, prossimo Ambasciatore della Repubblica Argentina. Moderatore Prof. Loris Zanatta.

21.00 Auditorium DMS - Via Azzo Gardino 65a
Miguel Angel Estrella in Concerto
La conferenza e il concerto sono promossi da Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia, Alma Mater Studiorum-Università di Bologna, Centro di Studi Avanzati dell’Università di Bologna a Buenos Aires

Tutti i film in versione originale sono sottotitolati in italiano a cura di Irene Papini, Domenico Crispino, Alessandra Carta

 

 

vedere anche

http://www.web-parole.it/dblog/articolo.asp?id=537

 


© Copyright 2004-2015 - Tutti i diritti sono riservati.                                                                Io uso dBlog 1.4 ® Open Source
PRIVACY POLICY